Flora vascolare della Lombardia centro-orientale - di AAVV

Il territorio considerato comprende le province di Bergamo, Brescia e alcune porzioni delle limitrofe province di Sondrio, Lecco, Cremona, Mantova, Verona e Trento. Complessivamente si tratta di un’area di circa 9000 kmq che è stata suddivisa in 257 unità geografiche operazionali dette “quadranti”, seguendo il collaudato metodo in uso per la Cartografia Floristica dell’Europa Centrale, utilizzato sia in Italia, sia in altri Paesi.

Il quadrante, che corrisponde a 1/16 del foglio IGM 1:50.000, misura 6.5 x 5.5 km di lato per una superficie di 35.75 kmq. In ciascun quadrante è stato condotto il rilevamento della flora vascolare, rappresentata dalle specie autoctone e dalle specie esotiche naturalizzate.

Il censimento floristico si è protratto per un ventennio (1989-2009), durante il quale si è proceduto a una ricognizione capillare sul territorio, alla revisione di numerosi erbari storici e attuali, nonchè alla consultazione delle fonti bibliografiche, in modo da rappresentare nella sua massima completezza lo stato delle conoscenze floristiche acquisite e nel contempo realizzare una banca dati contenente circa 496.946 record (al 31.10.2009) complessivi fra cui:
  • 269.234 dati di campagna;
  • 142.1630 dati di letteratura storica e recente;
  • 86.549 dati d’erbario; sono stati consultati gli erbari di una ventina di istituzioni scientifiche (Musei e Università) italiane (Brescia, Bergamo, Firenze, Milano, Padova, Pavia, Rovereto, Trento, Trieste, Udine) ed estere (Ginevra, Lubiana, Vienna).

Alla realizzazione dell'opera hanno contribuito a vario titolo:
  • le principali Istituzioni scientifiche in campo botanico della Lombardia (Università di Milano, Pavia e Varese; Musei di Storia Naturale di Bergamo, Brescia e Milano) e del Friuli Venezia Giulia (Università di Trieste; Museo di Storia Naturale di Udine);
  • collaboratori nella rilevazione di campo (183);
  • specialisti di gruppi sistematici critici (30), appartenenti a Istituzioni botaniche di numerosi Paesi europei (Austria, Cekia, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia).

Insieme ai dati di carattere floristico è stata implementata una rilevante quantità di informazioni accessorie originali indicanti località del rilevamento, altitudine, esposizione, natura del sostrato, inclinazione, frequenza della specie, livello di minaccia sul territorio, ecc. che sono stati utilizzati nel commento alle singole entità floristiche.

A tutt’oggi la flora complessiva ammonta a circa 3000 fra specie e sottospecie.

Nell’intenzione degli Autori l’opera si articolerà in due volumi, il primo a carattere descrittivo, il secondo essenzialmente cartografico. Questa soluzione agevola notevolmente la consultazione, in quanto permette di affiancare immediatamente alla trattazione di un argomento, il riferimento alla realtà territoriale rappresentata da una carta distributiva (distribuzione di specie; andamento di una categoria biologica).

Alla redazione di alcuni capitoli introduttivi partecipano specialisti di diverse discipline (climatologia, geomorfologia, paleobotanica, fitosociologia), allo scopo di integrare la trattazione floristica, offrendo un quadro esaustivo e dettagliato del paesaggio vegetale.

Estratto della presentazione dell'opera

Il pensiero del 2017

"Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata"

Albert Einstein

Elenco scripta